📞 Sei un'azienda? Contattaci allo 099 955 21 79 per un preventivo su misura!
0

Riepilogo carrello

Il tuo carrello è vuoto

Prodotti nel carrello: 0
Totale prodotti: € 0,00

Prosegui al carrello

Materiali da costruzione

Vetromattone vetrocemento Dakota 19x19x8cm -8%

Vetromattone vetrocemento Dakota 19x19x8cm

€ 2,70 € 2,49

Vetromattone vetrocemento Dakota 19x19x8cm ondulato chiaro ​​​​​​​ Utilizzato per molteplici soluzioni architettoniche fungendo anche da elemento strutturale e d’arredo. Consente il passaggio della luce e/o di singolari effetti cromatici negli ambienti. POSA in OPERA La posa si compone di tre fasi successive: 1. fase preliminare 2. fase di installazione 3. fase di finitura É indispensabile appoggiare e ancorare le pareti a strutture portanti rigide opportunamente dimensionata, perimetrandole con idonei materiali imputrescibili, di spessore, densità e durezza tali da assorbire le dilatazioni ed eventuali scorrimenti o assestamenti strutturali. 1. Verificare l’orizzontalità e la verticalità delle strutture a cui andrà in appoggio l’opera. Predisporre due listelli di legno orizzontalmene sul piano di elevazioni della parete da eseguire. I listelli dovranno seguire la traccia della parete e saranno distanziati da una misura identica a quella dello spessore impiegato. Sistemare le guide verticali a piombo, distanziate tra loro di 100/120 cm, in modo da poter garantire verticalità alla parete. é importante che la parete sia perfettamente verticale, al fine di evitare carichi eccentrici. 2. Inserire all’interno delle liste orizzontali un giunto di scorrimento per evitare l’espansione/attrito tra lo zoccolo di base del pannello e la superficie di appoggio. Predisporre, lateralmente e in corrispondeza dei punti di appoggio del pannello dei giunto di dilatazione/assestamento. 3. Utilizzare una cazzuola di lunghezza tale da poter lavorare agevolmente tra le barre d’armatura verticali. Collocare la malta cementizia tra le liste di base per uno spessore non inferiore a 3 cm e, in ogni caso, in funzione dell’altezza della parete di Vetromattoni. Posizionare la prima fila di Vetromattoni. 4. Eseguire il primo corso perfettamente in bolla. Distanziare gli elementi, utilizzando i distanziatori per ottenere fughe regolari. Collocare la malta nell’intercapedine verticale tra i mattoni in vetro del corso già posato, rimuovendo temporaneamente il distanziatore per consetire l’operazione 5. Appoggiare il tondino di armatura sull’aletta centrale del distanziatore in modo da evitare il contatto con il fianco del mattone. Posare la malta lasciando libere le parti del distanziatore. Assicurarsi che i Vetromattoni siano circondati su tutti i lati da malta ben costipata e distribuita ed evitare che siano a diretto contatto con le strutture portanti. Inserire, sia in verticale che in orizzantale, le barre di acciaio lisce ad una distanza di 50 cm l’una dalle altre. Rimuovere con l’ausilio di un pezzo di legno il materiale in eccesso sulle fughe di prima che indurisca, predisponendole così per la finitura. Passare con una spugna inumidita la superficie dei vetri per eliminare i residui di malta di posa. Nel caso la parete arrivi fino al soffitto, posizionare il giunto di dilatazione/assestamento nello stesso modi in cui è stato predisposto sui lati. 3.B. FASE DI INSTALLAZIONE 6. Per garantinre a pareti di picole e medie dimensioni la necessaria stabilità, è opportuno fissarle alle strutture portanti adiacenti, facendo in modo che i tondino orizzontali vengano inseriti nelle strutture stesse. Dette barre dovranno entrare in fori di diametro leggermento più grande del tondino per una lunghezza sufficiente ad evitare il ribaltamento, attraverso quindi il giunto di dilatazione/assestamento. Nel caso di pareti di grandi dimensioni è più indicato l’impiego di profili metallici ad “U“, tassellati o saldati alle strutture portanti adiacenti. Per evitare che il metallo tocchi i Vetromattoni posizionare la prima fila verticale di mattoni in vetro ad una distanza di almeno 10 mm dalle ali del profilo. Con questa soluzione il giunto di dilatazione/assestamento dovrà essere messo all’interno del profilo. 7. Procedere alla finitura delle fughe solo quando la malta di posa è indurita. Rimuovere le piastre esterne dei distanziatori di plastica con un attrezzo che non righi la superficie del vetro. 8. Stendere la finitura riempiendo bene le fughe con spatole e frattazzi morbidi. Eseguire un cordono perimetrale, oppure parte della fuga esterna, con un sigillante elastico per evitare eventuali fessurazioni lungo i giunti di dilatazione/ assestamento. In caso di pareti fortemente esposte all’acqua, verniciare con prodotti protettivi trasparenti le fughe, allo scopo di aumentare l’impermeabilità. HAI BISOGNO DI GROSSE QUANTITA' DI MATERIALE EDILE? CONTATTACI PER UN PREVENTIVO GRATUITO CON SCONTI ESCLUSIVI SOLO PER TE! EMAIL edilmacoteksrl@libero.it TEL 099 955 21 79

Aggiungi al carrello

2,49

Prodotto aggiunto al carrello.

Vai al carrello

È stata raggiunta la quantità massima acquistabile per questo prodotto

Vai al carrello